bava di lumaca

Bava di Lumaca: una sostanza cosmetica miracolosa

La bava di lumaca è un argomento di ricorrente discussione nella cosmesi a livello mondiale. Sebbene sia un prodotto ormai affermato e sostenuto da diversi studi scientifici, resta ancora poco apprezzato da molte persone

Contenuti

Da dove deriva?

Chi ha scoperto la bava di lumaca?

Come viene estratta la bava e da quali lumache?

Proprietà in campo dermatologico ed effetti sulla pelle

Quando la bava di lumaca è pura qual è la sua colorazione e consistenza?

Quando e come applicare la bava di lumaca?

Crema viso alla bava di lumaca o siero?

Quanto deve costare una buona crema o siero alla bava di lumaca?

Bava di lumaca: I prodotti TOP in commercio

Conclusioni

Sempre più spesso si sente parlare della “bava di lumaca” come di un prodotto “miracoloso” per la pelle, soprattutto per rughe d’espressione (grazie alle sue proprietà anti-invecchiamento), smagliature, acne e rosacea, macchie senili, bruciature e cicatrici. La sua popolarità nasce in primo luogo dalle preziose sostanze di cui è naturalmente composta, infatti questa secrezione mucosa è un concentrato di sostanze nutritive e rigeneranti, tra cui ingredienti costantemente applicati in ambito cosmetico come l’allantoina, l’acido glicolico, l’acido ialuronico, l’elastina, il collagene ed alcune vitamine, proteine e peptidi.

Oggi vedremo i principali benefici e utilizzi di questa sostanza, studiati e citati dalla letteratura scientifica ed i migliori prodotti in commercio fra i più apprezzati e riconosciuti.

Da dove deriva?

Per facilitare i propri spostamenti le lumache secernono continuamente bava dal loro piede, sostanza che ha diverse funzioni:

  • Protettiva: separa con un sottilissimo strato la lumaca dal terreno grazie alla sua proprietà filmogena;
  • Rigenerante: gli attivi contenuti consentono all’animale di rigenerare il suo corpo più velocemente in caso di lesioni e di mantenere il giusto grado di idratazione;
  • Funzione elastica e di adesione: i mucopolisaccaridi presenti consentono alla lumaca di aderire a diverse superfici, permettendole di “arrampicarsi” e muoversi su pareti di qualunque inclinazione.

bava di lumaca

Chi ha scoperto la bava di lumaca?

Gli estratti di bava di lumaca sono conosciuti in letteratura fin dall’antichità per l’utilizzo alimentare e come rimedio terapeutico. Dalla Grecia antica al medioevo la bava di Helix Aspersa è stata tradizionalmente usata in medicina per cicatrizzare ferite e come antinfiammatorio naturale sotto forma di sciroppo per le affezioni bronchiali.

Risale al 1980 la scoperta dell’azione cicatrizzante: alcuni lavoratori impiegati nella conduzione di allevamenti di lumache in Cile destinati al mercato francese, si resero conto che sulle loro mani, dall’aspetto straordinariamente sano, le eventuali ferite cicatrizzavano in tempi molto rapidi. Da questa scoperta si iniziarono ad effettuare una serie di studi su questa particolare materia prima, scoprendo in seguito le sue meravigliose proprietà naturali.

Attualmente la comunità scientifica eredita da tale tradizione storica l’importanza della bava di chiocciola: essa trova nobile impiego soprattutto nella preparazione di cosmetici e preparazioni omeopatiche.

Come viene estratta la bava e da quali lumache?

Oggi, grazie a nuove tecniche, la stimolazione che porta alla produzione della secrezione in molti casi avviene manualmente. Per estrarre la bava, le chiocciole di età superiore a 1 anno vengono raccolte e lavate con abbondante acqua potabile, mosse delicatamente dentro una tinozza per qualche minuto in modo che secernano la bava. Ottenuta le chiocciole vengono ritirate rapidamente, lavate nuovamente con acqua e lasciate nuovamente libere nell’allevamento. La bava viene microfiltrata per eliminare ogni eventuale impurità.

La raccolta della secrezione avviene in modo passivo, quindi le lumache non subiscono danni o fastidi!

Esistono diverse specie di lumache: Helix aspersa, Helix pomatia, Helix aperta, Helix lucorum, ecc. ma la specie che contiene la percentuale maggiore di principi attivi utili al benessere della pelle è la Helix aspersa Müller.

bava di lumaca

Proprietà in campo dermatologico ed effetti sulla pelle

Le numerose proprietà della bava di lumaca in campo dermatologico sono legate ai principi attivi in esse contenuti, particolarmente utili al mondo cosmetico per la preparazione di creme, sieri e gel per viso, corpo, collo e décolleté. Le sue principali proprietà sono:

  • Idro-restitutiva: grazie alla ricchezza di mucopolisaccaridi, molecole che trattengono l’acqua sulla cute a lungo e assicurano un effetto idratante di lunga durata, che in natura servono alle chiocciole per mantenere sempre umido e ben idratato il corpo prevenendo l’essicazione dei tessuti esposti;
  • Coadiuvante della cicatrizzazione: nel trattamento delle irritazioni della rasatura, grazie all’effetto combinato di allantoina, collagene, vitamine e azione antibatterica grazie a peptidi ad azione purificante;
  • Lenitiva: per gli arrossamenti dovuti al sole o al freddo eccessivo, grazie all’ allantoina combinata con mucopolisaccaridi e proteine;
  • Nutritiva e rigenerante: grazie a proteine, amminoacidi e vitamine che ossigenano la pelle (vitamina A, C e vitamina E);
  • Antirughe ed elasticizzante: grazie alla stimolazione della sintesi del collagene nativo dovuta all’acido glicolico combinato con collagene, elastina, vitamine e mucopolisaccaridi;
  • Schiarente: grazie all’azione esfoliante dell’acido glicolico e a quella rigenerante di proteine e vitamine;
  • Uniformante e antibatterica: ha grande efficacia sui segni dell’acne, macchie, cicatrici, pori dilatati e iperpigmentazioni, grazie al potere esfoliante, levigante, purificante e anti-untuosità dell’acido glicolico, mediato dall’effetto lenitivo degli altri componenti.

Invece più importanti principi attivi contenuti nella bava di lumaca sono:

  • Allantoina: rigeneratrice degli strati epidermici, agisce come nutriente e protettivo, grazie alle sue diverse proprietà attive; ad esempio può essere impiegata nei prodotti dopobarba e nelle formule destinate all’attenuazione delle imperfezioni della pelle, (acne, foruncoli, rughe, ustioni, cicatrici ed escoriazioni);
  • Collagene: proteina semplice costituita da amminoacidi che, insieme all’elastina, garantisce sostegno ed elasticità, agendo come base per la ristrutturazione del materasso cutaneo; infatti con l’avanzare degli anni la sua produzione naturale cala in maniera evidente, dando così avvio al processo di invecchiamento di organi e tessuti;
  • Acido glicolico: stimola la produzione di collagene e dell’elastina nel derma e promuove il rinnovamento dell’epidermide;
  • Elastina: proteina caratteristica della pelle, alla quale garantisce elasticità e possibilità di deformarsi quando sottoposta a tensioni meccaniche;
  • Mucopolisaccaridi: sostanze zuccherine che si gonfiano a contatto con l’acqua, formando un gel strutturale che può mantenere a lungo una corretta idratazione della pelle e sostenere i tessuti, promuovendone così la protezione.

bava di lumaca

 

Inoltre gli effetti della bava di lumaca sulla pelle sono:

  • Azione antiossidante;
  • Ridona elasticità alla cute, apportando effetti riparanti contro i danni provocati dall’ esposizione solare;
  • Leviga e previene le smagliature;
  • Previene l’acne;
  • Utile contro l’occlusione dei pori della pelle.
Quando la bava di lumaca è pura qual è la sua colorazione e consistenza?

La bava di lumaca pura si presenta, una volta filtrata e microfiltrata, di colore semitrasparente tendente al giallo paglierino, ma la colorazione, il profumo e il grado di limpidezza può variare a seconda del tipo di alimentazione dell’animale. La consistenza è simile all’acqua, garantendo un assorbimento veloce, non lasciando la pelle lucida e rendendola perfetta come base trucco!

Quando e come applicare la bava di lumaca?

Può essere utilizzata durante tutto l’anno senza nessun problema anche più volte al giorno, secondo necessità! Non è fotosensibilizzante, quindi si può utilizzare anche in estate, ottima anche come doposole, grazie alla sua azione protettiva e calmante!

bava di lumaca

Crema viso alla bava di lumaca o siero?

In commercio ormai ne esistono moltissimi esempi: un aspetto da tenere in considerazione è la percentuale di bava di lumaca contenuta nella formulazione. Acquistare prodotti che contengono percentuali inferiori al 10% ha infatti poco significato.

Altri aspetti di fondamentale importanza da considerare sono:

  • Essere dermatologicamente testata e aver superato il nickel test (quantità di nickel inferiore a 1 ppm);
  • Contenere un buon numero di principi attivi;
  • Non contenere siliconi (possono causare l’occlusione dei pori), petrolati (idrocarburi derivati dalla raffinazione del petrolio), parabeni (composti organici ottenuti dall’acido paraidrossibenzoico) e PEG (Poli-Etilen-Glicoli, cioè composti derivati dalla polimerizzazione dell’ossido di etilene e dalla lavorazione del petrolio);
  • Essere estratta a mano, quindi senza rischio che possa essere contaminata da soluzioni saline;
  • Avere profumazioni anallergiche.
Quanto deve costare una buona crema o siero alla bava di lumaca?

Un prodotto di qualità, come quello dalle caratteristiche elencate, non può avere un prezzo troppo basso. Sono piccoli accorgimenti, ma che possono indirizzare il cliente nella scelta corretta. Innanzitutto crema e siero alla bava di lumaca sono 2 tipi di prodotti differenti:

  • La crema è un prodotto pastoso, dalla consistenza corposa, con una maggiore concentrazione di componenti grassi, la cui azione principale è idratante e nutriente per la pelle, ma contiene ovviamente anche attivi che hanno effetti benefici sulla cute;
  • Il siero è un prodotto fluido, liquido, con un elevato contenuto di principi attivi, come antiossidanti, vitamine, aminoacidi quindi non avendo una parte grassa, può penetrare più velocemente nella pelle!

Prima di scegliere una crema o un siero però, devi considerare il tuo specifico tipo di pelle (secca, grassa, mista, con macchie, ecc.). In genere non esiste il miglior siero, come non esiste la miglior crema in assoluto, ma devi trovare il meglio per il tuo tipo di pelle! È sulle imperfezioni della pelle che bisogna agire!

Bava di lumaca: I prodotti TOP in commercio

Non tutte le creme contenenti la bava di lumaca sono identiche e dunque non tutte le creme avranno gli stessi effetti terapeutici su rughe e smagliature di ognuno di noi. Vi elenco alcune tra le migliori in commercio a mio avviso.

Suavitas Snail Luxury Cream – 30ml (Prezzo: 69,90 €)

Quella di cui parliamo è una crema fondata sulla bava di lumaca (percentuale superiore al 60%), ma arricchita da numerosi principi attivi funzionali all’effetto antiage che ritengo davvero interessanti:

  • Diacetato di Pipeptide Diaminobutyroyl Benzylamide non è altro che estratto di veleno di vipera, parliamo di una tossina che sulla pelle stimola un effetto botox-like; questo agente condizionante della pelle è classificato come un neuro-peptide e si ritiene che blocchi l’assorbimento di sodio (Na+) da parte del corpo, che a sua volta fa rilassare i muscoli facciali e previene la formazione di linee di espressione (rughe);
  • Tripeptide-31: con un effetto simile al retinolo, contribuisce a migliorare la consistenza, il tono e la tonicità superficiale;
  • “Diamond Powder” ovvero polvere di diamante: al di là di slogan pubblicitari a effetto, la polvere di diamante ad uso topico è scientificamente nota perché esfolia la pelle e riduce le macchie superficiali, apporta luminosità dando alla pelle un aspetto esteticamente più giovane, apre i pori del derma per consentire una migliore penetrazione dei principi attivi dell’emulsione.

Esistono molte creme “luxury” in commercio, il punto è capire quali meritano davvero. A mio parere questa merita! Una crema made in Italy che vale quello che costa e sfrutta a fondo i principi attivi più utili sul mercato, perfetta dai 40-50 anni.

Nuvò Bioline Antiaging Cream – 50ml (Prezzo: 29,90 €)

Nuvò Bioline è la linea perfetta per chi è in cerca di un prodotto biologico al 100% certificato AIAB, costituito da oltre il 70% di bava di lumaca e arricchito da diversi agenti antiossidanti e idratanti. E’ la soluzione ideale per chi cerca un prodotto delicato ma allo stesso tempo dal forte potere antiossidante! Lo consiglio spesso come crema antiage intorno ai 30 anni di età.

Nuvò Sierò Bava di lumaca 100% – 50ml (Prezzo:38,00 €)

Parliamo qui, di un siero di bava di lumaca filtrata e concentrata al 100% con ingredienti certificati da una filiera totalmente Made in Italy, il cui allevamento è sul Lago di Garda! Uniche aggiunte sono date da inevitabili conservanti, che altrimenti non permetterebbero la conservazione a lungo termine del siero.

Parliamo di un prodotto di qualità davvero elevata, il cui utilizzo anche diverse volte al giorno, anche d’estate, non solo non è fastidioso, ma anzi dona sollievo e freschezza!

Inoltre non posso che confermare che l’effetto “tensore” di cui molte parlano è effettivamente percepibile. Il risultato è innegabilmente una pelle più liscia, morbida ed una attenuazione graduale di qualsiasi ruga del viso o smagliatura del corpo.

Florence Crema viso Professional – 50ml (Prezzo: 19,90€)

Crema certificata AIAB, dal prezzo relativamente contenuto, made in Italy, con Bava di Lumaca al 61%. Uno dei motivi per cui mi piace è il fatto di comprendere componenti biologici certificati e di essere quasi completamente priva di conservanti. Adatta a chi vuole avvicinarsi alle splendide proprietà della bava di lumaca, senza spendere troppo, ma rimanendo su buoni livelli di qualità.

Bioluma Crema viso alla bava di lumaca – 50ml (Prezzo: 29,90 €)

Concentrato di bava al 45%, i cui allevamenti sono siti in Toscana. La crema si presenta con una texture delicata, che la rende adatta anche nelle stagioni estive. Si può utilizzare tranquillamente a qualsiasi età, ma a mio parere è adatta dai 30 anni in avanti.

Conclusioni

Queste sono le creme a base di bava di lumaca che preferisco fra tutte quelle in cui mi sono imbattuta nella mia carriera. Non dico che non ce ne siano altre, ma queste sono quelle che mi hanno convinta di più!

Fonti

  • Verdugo, P., Deyrup-Olsen, I., Aitken, M., Villalon, M. and Johnson, D. Molecular mechanism of Mucin Secretion: The role of intragranular charge shielding. J Dent Res. Pp 506-508 (1987)
  • Hickman, C., Roberts, L. and Larson, A. Integrated Principles of Zoology. 11th. ed. McGraw- Hill. Pp 328, 329, 330, 333. (2002)
  • Ruppert E. E; Fox R.S. & Barnes R.D. Invertebrate zoology: a functional evolutionary approach. Belmont, CA: Thomas-Brooks/Cole (2004)
  • Pawlicki, J.M., Pease, L.B., Pierce, C.M., Startz, T.P., Zhang. Y. and Smith, M. The effect of molluscan glue proteins on gel mechanics. The Journal of Experimental Biology. Pp 1127-1135 (2003)
  • Campion, M. The structure and function of the cutaneous glands in Helix aspersa. Journal of Microscopical Science. Pp 195-216 (2014)
  • www.ncbi.nlm.nih.gov: HelixComplex snail mucus, proliferative and pro-migration effects on mammalian fibroblasts, Published online 2018 Dec 5

Licenza CC

Licenza Creative Commons

Laureata in Farmacia e farmacia industriale presso l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari. Iscritta al Master “Alimentazione e Nutraceutici” presso l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari. Attualmente Farmacista territoriale presso Farmacia “Greco G.” di Castrignano De’Greci. Dinamica, intraprendente, determinata e curiosa. Appassionata di scrittura, astronomia e genetica. Organizzatrice di corsi di formazione, convegni, eventi scientifici e congressi. “La divulgazione per me è un dovere. Tutto ciò che è disinformazione appanna gli occhi all'intelligenza”.