capsule

Le capsule: una forma farmaceutica ben accettata dai pazienti


Le capsule sono preparazioni farmaceutiche solide destinate generalmente alla somministrazione orale (anche se esistono in commercio capsule rettali o vaginali) e contengono una dose unica di uno o più principi attivi.

Il componente dell’involucro esterno è nella maggior parte dei casi la gelatina, un derivato di origine animale. In caso quest’ultima non può essere utilizzata per motivi etici o religiosi può essere sostituita da sostanze vegetali come la cellulosa o l’amido.

Classificazione:

Le capsule vengono suddivise in:

capsule

1. rigide, che hanno involucri costituiti da due sezioni cilindriche preformate (corpo e testa) che vengono chiuse solo a seguito del riempimento con la miscela di principio attivo ed eccipienti. Il farmaco viene inserito nella testa e poi si incastrano testa e corpo mediante un meccanismo a scatto. Il loro utilizzo è esclusivamente orale.

  1. molli, che hanno involucri più spessi di quelli delle capsule rigide. In questo caso gli involucri sono costituiti da una sola parte. In questo caso, la formazione dell’involucro esterno e il riempimento avvengono in contemporanea. Oltre che per uso orale possono servire per applicazioni farmacologiche, rettali o vaginali.

  2. gastroresistenti, che sono formulate in modo da resistere all’azione gastrica e rilasciare il farmaco nel fluido gastrointestinale.

  3. a rilascio modificato, dove si fa in modo di controllare la velocità, il sito o il tempo del rilascio.

Composizione

All’interno di questa forma farmaceutica si possono introdurre granulati, polveri o miscele oleose.

Esse devono essere riempite occupando tutto il volume disponibile al loro interno; infatti, solitamente oltre al farmaco si aggiungono anche degli eccipienti inerti in modo da riempire tutto lo spazio disponibile.

capsule

Vantaggi

Questa forma farmaceutica è molto diffuse nel mondo farmaceutico, sia nelle preparazioni industriali che in quelle galeniche (preparate da farmacista in farmacia) poiché mostra una serie di vantaggi:

  • liberano in tempi relativamente brevi il farmaco;
  • possono contenere sia farmaci solidi che in soluzione;
  • il dosaggio è preciso e accurato;
  • sono ben accettate da parte del paziente.

Tutti gli svantaggi di questa forma farmaceutica sono stati, nel corso degli anni, eliminati anche se queste innovazioni tecnologiche hanno comportato un inevitabile maggior amento dei prezzi rispetto, ad esempio, alle compresse.


Informazioni su Noemi Sicoli

Farmacista appassionata di scienza, benessere e cosmesi naturale. L’amore per la chimica farmaceutica e l’interesse per la scrittura l’hanno spinta a cercare una strada che riunisse i due aspetti; cominciare a scrivere per un blog è stato inevitabile.