aids

1 Dicembre 2014 : #1share1condom


 

 

“Date ai bambini l’amore, le risate e le pace, non l’AIDS.”
(Nelson Mandela)

1509313_10152376246561370_9218209617171999204_n

 

Cari lettori di Scienza&Salute,

ho deciso, in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS (World Aids Day) – indetta ogni anno il 1 dicembre e dedicata ad accrescere la coscienza dell’ epidemia mondiale di AIDS dovuta alla diffusione del virus HIV- di  uscire dai soliti schemi e riportarvi qui di seguito alcuni pensieri  riguardanti l’argomento di uomini del passato, presente e futuro.

Con la speranza che ciò serva a renderci coscienti della continua diffusione e mancata precauzione, vi auguro una buona lettura.

———————————————————————————-

L’epidemia globale di HIV/AIDS è una crisi senza precedenti che richiede risposte senza precedenti. In particolare ci richiama alla solidarietà – tra sani e malati, tra ricchi e poveri, ma soprattutto tra nazioni ricche e nazioni povere. Abbiamo già 30 milioni di orfani. Quanti ne servono ancora per svegliarci?
(Kofi Annan)

Desidero confermare che sono sieropositivo: ho l’AIDS. Ho ritenuto opportuno tenere riservata questa informazione fino a questo momento allo scopo di proteggere la privacy di quanti mi stanno intorno. Tuttavia, è arrivato il momento che i miei amici e i miei fans di tutto il mondo conoscano la verità. Spero che tutti si uniranno a me, ai miei dottori e a quelli del mondo intero nella lotta contro questa tremenda malattia.
(Freddie Mercury, dal comunicato stampa con cui, il 23 novembre 1991, annunciò di avere l’AIDS)

La vera storia è che non facevo del sesso sicuro. È solo questo. È semplice.
(Magic Johnson, commentando le circostanze nelle quali contrasse il virus dell’HIV)

Nel 1981 l’ ipocondria collettiva delle nazioni prospere e la natura malvagia di un microrganismo ancora oggi refrattario a vaccini efficaci, cambiarono le abitudini, i tic, le paure della società come poche altre volte era accaduto. Scossero la fede del popolo nei propri sciamani in camice bianco, coloro che avevano saputo sconfiggere epidemie micidiali e batteri fulminanti, trapiantare organi vitali come parti di ricambio. Ma di fronte a questo virus erano come i cerusici nella Milano della peste manzoniana. Era stato dagli anni della pandemia di influenza spagnola nel primo dopoguerra e poi dall’ incubo della poliomelite infantile esplosa nel 1952 che una malattia non aveva toccato le abitudini quotidiane di tutti.
(Vittorio Zucconi)

Direi che non si può superare questo problema dell’Aids solo con i soldi, che sono necessari, ma se non c’è l’anima che sa applicarli, non aiutano; non si può superare con la distribuzione di preservativi: al contrario, aumentano il problema. Serve invece, un comportamento umano morale e corretto e una grande attenzione verso i malati: “soffrire con i sofferenti”.
(Papa Benedetto XVI, durante il viaggio in Africa nel 2009. La frase suscitò polemiche in tutto il mondo, ma il Vaticano continua ad accreditare una frase che si discosta in più punti da quella realmente pronunciata dal Papa)

Il preservativo è uno degli elementi essenziali nella lotta contro l’Aids e la Commissione Ue ne sostiene la diffusione e l’uso corretto. La Commissione Ue considera che ci siano chiare prove scientifiche che confermano il ruolo di prevenzione del preservativo nella diffusione dell’Aids, pertanto ne sostiene attivamente l’uso, soprattutto in Africa e nei paesi in via di sviluppo dove l’Aids rappresenta un’emergenza insieme alla malaria e alla tubercolosi.
(John Clancy, rappresentante della comunità europea, in risposta a Papa Benedetto XVI)

È difficile rispondere qual è il momento più felice della mia vita. Molti pensano che fu quando individuai il virus Hiv. Non è così: quella scoperta aprì solo mille altre domande. La mia vera felicità sarebbe trovare una cura per l’Aids o per il cancro. Ma ormai mi sono convinto che l’unica strada possibile è quella della prevenzione, con il nostro stile di vita
(Luc Montagnier)

———————————————————————-

Condividi anche tu su #facebook!!

Per ogni condivisione di questa foto con l’hashtag ‪#‎1share1condom‬Durex Italia donerà un condom a Italian Red Cross – Croce Rossa Italiana.

Fermiamo insieme la diffusione delle Malattie Sessualmente Trasmissibili…Condividete!
‪#‎WAD14‬

 #1share1condom

1507957_10152374674051370_3232799428997969723_n