Dialisi polmonare, in Italia la prima volta al mondo


Un sistema mini-invasivo che abbatte mortalita’ dal 35 a 7%

Italiani inventano la dialisi polmonare

 Depura il sangue dei malati di broncopneumapatia cronica ostruttiva, entro il 2015 la terza causa di morte più frequente. Per la prima volta al mondo è stata sperimentata con successo alle Molinette di Torino e al Sant’Orsola di Bologna la dialisi polmonare, un sistema mini-invasivo che riduce la mortalità dal 35% al 7%.

La dialisi polmonare è un sistema ideato e prodotto in Italia, che al pari della dialisi renale, permette di rimuovere parte dell’anidride carbonica dal sangue.
Presso la Terapia intensiva universitaria dell’ospedale Molinette della Città della Salute e della Scienza di Torino, diretta dal professor Marco Ranieri, questo sistema mini-invasivo di rimozione dell’anidride carbonica è stato applicato con successo su 25 pazienti con grave riacutizzazione di broncopneumopatia cronica ostruttiva.
I ricercatori hanno dimostrato come l’applicazione dell’innovativa “dialisi polmonare”, abbattendo i livelli di anidride carbonica nel sangue, abbia significativamente ridotto il rischio di intubazione (dal 33% al 12%) e le conseguenze negative che ne derivano, in pazienti con imminente fallimento della ventilazione non-invasiva.
Questo grande successo della Medicina, con i relativi risultati, è stato appena pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale ‘Critical Care Medicine’, organo ufficiale della Società americana di Terapia intensiva e Medicina Critica.