disidratazione

Disidratazione


disidratazioneCos’è?

La disidratazione è una condizione che si verifica quando l’organismo perde più liquidi di quanti ne assuma e non riesce ad espletare le normali funzioni. Se i liquidi persi non si reintegrano, ci si può disidratare. Tra le cause frequenti della disidratazione ricordiamo:

  • diarrea grave
  • vomito
  • febbre
  • sudorazione eccessiva

Ci si può disidratare anche quando non si beve abbastanza in climi caldi o in caso di intenso esercizio fisico.

Sintomi

Per sospettare un inizio di disidratazione un indizio chiaro ci arriva da alcuni sintomi.

Ecco i principali sintomi della disidratazione

  • urine: in caso di disidratazione appaiono molto concentrate e di colore giallo carico, se invece l’idratazione è corretta le urine appaiono chiare abbondanti e limpide.
  • pelle: se l’idratazione è adeguata sollevando una plica cutanea del braccio il tempo che la pelle impiega per tornare in posizione dipende da quanta acqua manca all’organismo, più manca acqua più la plica cutanea tornerà a posto lentamente.
  • sete: non sempre presente, specie nell’anziano, e molto spesso non proporzionata al grado di disidratazione
  • crampi muscolari
  • debolezza generale
  • calo del peso corporeo
  • labbra secche
  • aumento della temperatura corporea
  • infossamento dei bulbi oculari
  • frequenza cardiaca accellerata
  • mancanza di lacrime
  • mani e piedi freddi

Spesso nell’anziano e in alcune patologie il senso della sete viene alterato e qualche volta risulta non affidabile. Una buona idratazione è alla base di un corretto funzionamento dell’intestino e di una diuresi adeguata. Ricordiamoci che due terzi dell’organismo sono fatti proprio d’acqua.