cecità

La cecità


La cecità consiste in una percezione ottico-visiva ridottissima o nulla. Tale condizione può essere congenita, derivare da gravi affezioni dell’apparato visivo oppure da un trauma.

cecitàCause 

In generale le cause della cecità possono essere classificate in malattie e traumi. Nelle prime rientrano:

  • cataratta
  • glaucoma
  • degenerazione maculare legata all’età
  • trombosi venosa della retina
  • diabete

Nelle cause traumatiche rientrano:

  • traumi provocati da un corpo estraneo contundente
  • traumi causati da un forte impatto
  • sostanze caustiche
  • raggi del sole non filtrati o riflessi

Come si può prevenire?

In molti casi la cecità può essere prevenuta attraverso interventi volti a combattere alcune cause scatenanti:

  • assunzione di vitamina A, per prevenire la xeroftalmia
  • operazioni di cataratta
  • realizzazione di pozzi da cui si può attingere acqua pulita, che consentono di ridurre l’incidenza del tracoma

Come si può classificare la condizione di cecità?

  • congenita, se legata ad alterazioni di carattere ereditario o ad affezioni materno-fetali
  • acquisita

In base al tipo di lesione si distinguono:

  • cecità sensoriale, dovuta a lesioni retiniche
  • cecità di conduzione, dovuta a lesioni delle vie ottiche
  • cecità corticale, dovuta a lesioni del centro corticale della visione

In base alla durata si distingue in:

  • temporanea, dovuta a malattie generali o locali suscettibili di guarigione
  • definitiva, dovuta ad affezioni di tipo congenito e lesioni locali praticamente inguaribili.