allattamento

Allattamento


L’allattamento al seno è il nutrimento migliore per il bambino. L’allattamento del bambino deve avvenire, idealmente, rispettando gli stimoli del neonato.

Perché è importante l’allattamento?

L’allattamento al seno è il nutrimento migliore per il bambino, poiché il latte materno contiene:

  • nutrienti necessari per la sua crescita
  • anticorpi
  • ormoni materni
  • sostanze nutritive che rafforzano il sistema immunitario

E’ importante stabilire un orario preciso per l’allattamento del bambino durante il giorno?

L’allattamento del bambino deve avvenire, idealmente, rispettando gli stimoli del neonato. Lasciare il bambino libero di esprimersi con il pianto, consente alla mamma di instaurare un rapporto di comprensione delle necessità del piccolo. Quando si dà da mangiare al bambino senza che sia necessario, si soffoca il valore comunicativo che c’è nella richiesta di latte. In caso di necessità, l’alimentazione a orario può essere comunque considerata valida.

Come igienizzare il seno prima dell’allattamento?

Prima dell’allattamento è opportuno che il seno sia pulito. Basta un po’ di acqua, come nella normale igiene quotidiana. In alcuni casi, è meglio evitare il sapone perché secca la pelle del capezzolo. Un po’ di olio di mandorle è utile per ungere una pelle troppo secca.

Quali sono le posizioni migliori per allattare?

Non esistono posizioni ideali per allattare il bambino. La posizione più comune è quella seduta con il bambino in braccio. E’ consigliabile appoggiare la schiena per far riposare i muscoli dorsali della donna. Anche l’impiego di uno sgabello per sollevare i piedi dà la possibilità di rilassare la muscolatura addominale. E’ importante anche alternare i seni per la poppata.

Farmaci e allattamento: cosa fare?

Spesso leggiamo di limitazioni nell’uso dei farmaci in caso di allattamento. E’ importante non assumere nessun tipo di farmaco, se non su indicazione medica. Spesso sono indicati i farmaci utilizzati in età pediatrica. Per quel che riguarda l’uso della pillola contraccettiva, è bene rivolgersi alla propria ginecologa di fiducia e valutare l’uso della pillola contenente solo un progestinico non controindicato in caso di allattamento.

Le ragadi in allattamento: cosa fare per evitarle?

Durante l’allattamento possono comparire ragadi sui capezzoli a causa della secchezza cutanea e della cattiva posizione del bambino durante le poppate. Per evitarle è bene che la mamma aiuti con le dita il bambino ad attaccarsi al seno e comprima leggermente la zona intorno al capezzolo per facilitarne l’entrata nella bocca del bambino. Al termine della poppata il distacco del bambino dal seno può essere facilitato inserendo un dito fra le labbra del lattante.