Lezioni di Anatomia Umana

Organi cavi e organi pieni


Gli organi sono suddivisi in organi cavi e organi pieni.

Gli organi cavi

organi

Hanno forma a sacco (o tubulare) e sono costituiti da una parete che delimita una cavità interna che può contenere materiale solido liquido e gassoso.

La parete è costituita da diversi strati di tessuti diversi con diversa funzione. Questi strati sono chiamate TONACHE, sono quattro dall’interno all’esterno:

1 – TONACA MUCOSA risulta essere costituita a sua volta da epitelio di rivestimento , connettivo lasso (lamina propria che ha azione trofica) e in alcuni organi dell’ apparato digerente alla lamina propria si associa la muscolaris mucose. La lamina propria può contenere delle ghiandole intramurari. (arricchisce con nuovi materiali ).L epitelio può essere pavimentoso, cilindrico o cubico. A seconda della forma abbiamo la funzione secernente, assorbente,protettiva.

2 – TONACA SOTTOMUCOSA costituita da connettivo lasso , riccamente vascolarizzata e innervata. Può contenere ghiandole intramurali, il cui dotto escretore si apre all’interno del lume dell organo. Viene considerata un piano di clivaggio perché determina uno svincolo tra tonaca mucosa autonoma e gli strati più esterni. Possiamo distaccare la tonaca mucosa perché ha una sua funzione.

3 – TONACA MUSCOLARE costituita da:

organi cavi

  • uno strato interno dove le cellule muscolari lisce si dispongono circolarmente,
  • lo strato più esterno ha le cellule in una disposizione longitudinale.

La contrazione dello strato circolare determina l allargamento e restringimento del lume dell organo.

La contrazione della muscolatura longitudinale determina delle onde di contrazione che permettono la progressione del materiale che si trova nel lume. La tonaca muscolare effettua dei movimenti PERISTALTICI.

4 – TONACA AVVENTIZIA di tessuto fibroso. Permette all’organo di potersi ancorare alle strutture circostanti. La tonaca muscolare e sottomucosa hanno all’interno due plessi nervosi.

Gli organi pieni

Organi pieni (parenchimatosi)

Sono avvolti sempre da capsula fibrosa. La loro struttura risulta essere costituita da due componenti:

1 – PARENCHIMA o tessuto principale dell organo che è la componente cellulare (cellule linfocite, componente muscolare, componente nervosa).

2 – STROMA che costituisce lo scheletro (connettivo fibroso che da sostegno alle cellule del parenchima). Costituiscono una via per il passaggio dei vasi e nervi.

Nella porzione interna della capsula si dipartono dei setti connettivali che si approfondano nell’organo. Questi setti connettivali penetrano nel parenchima e man mano che si approfondano diventano più sottili. Alcuni organi se son troppo profondi, possono suddividere il loro parenchima in LOBI E LOBULI.


Informazioni su Erica De Donno

Studentessa di Farmacia presso l'Università "Aldo Moro" di Bari. Solare, estroversa, dinamica e determinata. Appassionata di letture scientifiche e mediche, da sempre coltiva l'interesse per la scrittura sperando in un futuro di poter coniugare la sua professione con essa. La sua "mission" è la salvaguardia del paziente attraverso lo studio per lo sviluppo e l'accrescimento di nuove tecnologie ospedaliere.