granulati

I granulati: una formulazione uniforme e omogenea


I granulati sono una forma farmaceutica solida che può essere utilizzata in quanto tale o come materiale di partenza per la preparazione di altre formule, quali ad esempio compresse e capsule.

granulati

I granulati si ottengono a seguito della compattazione di particelle di polvere e hanno il vantaggio, rispetto a queste, di essere più uniformi ed omogenee.
Sono destinati alla somministrazione orale e possono essere deglutiti in quanto tali, a seguito della masticazione oppure dopo essere stati disciolti o dispersi in acqua (ossia dopo aver formato delle soluzioni o sospensioni estemporanee da deglutire al momento). La dissoluzione nel mezzo acquoso può avvenire anche a seguito dello sviluppo dell’effetto dell’effervescenza.
I granulati possono essere una valida alternativa a capsule o compresse per pazienti con problemi di deglutizione, come ad esempio bambini e anziani. In commercio sono presenti sotto forma di granulati sostanze dietetiche, lassativi, antiacidi ma anche antibiotici.

Vantaggi della granulazione

Il processo di granulazione è utile in quanto permette di aumentare le dimensioni delle particelle delle polveri di partenza per cui si riduce il rischio di inquinamento ambientale per dispersione delle polveri; ne migliora, inoltre, la scorrevolezza, migliorare le caratteristiche di compattazione della polvere e ottenere una distribuzione più uniforme del principio attivo.

Come sono fatti i granulati?

Essi contengono uno o più principi attivi ed eccipienti, coloranti o sostanze aromatizzanti.

granulati

I granulati possono essere presentati sia come una forma monodose che multidose. Nel primo caso vengono racchiusi in un contenitore idoneo (flaconcino, bustina o cartina). Nel secondo caso, invece, si dispensa insieme al contenitore anche il misurino (un cucchiaio o bicchierino) adatto a prelevare la quantità prescritta.
L’uso della preparazione monodose è fondamentale quando è necessaria un’elevata precisione di dosaggio; l’uso della multidose comporta un maggior rischio di errore ma ha il vantaggio di mostrare una certa flessibilità nelle dosi.

Classificazione

I granulati possono essere:

  • effervescenti, sono preparati per essere disciolti in acqua prima della somministrazione e a contatto con l’acqua sviluppano effervescenza. I contenitori dei granulati effervescenti, proprio per questa loro caratteristica, devono essere idonei per proteggere dall’umidità e devono essere chiusi ermeticamente.
  • rivestiti, sono ricoperti da uno o più strato di eccipienti. Per il rivestimento si possono usare soluzioni a base di gomme naturali (come quella arabica).
  • a rilascio modificato, contengono eccipienti che permettono il controllo di sede, velocità e tempo del rilascio del farmaco.
  • gastroresistenti, sono preparati in modo da resistere all’azione dei succhi gastrici e per rilasciare il primoipio attivo nel fluido intestinale. Per il rivestimento si utilizzano polimeri gastroresistenti quali ad esempio i derivati cellulosici.

Informazioni su Noemi Sicoli

Farmacista appassionata di scienza, benessere e cosmesi naturale. L’amore per la chimica farmaceutica e l’interesse per la scrittura l’hanno spinta a cercare una strada che riunisse i due aspetti; cominciare a scrivere per un blog è stato inevitabile.