enfisema polmonare

Enfisema polmonare


L’enfisema è una condizione clinica appartenente al gruppo delle broncopneumopatie croniche ostruttive (BPCO). E’ caratterizzato da una progressiva distruzione degli alveoli polmonari, le strutture a forma di sacchetto che si trovano all’apice delle diramazioni più piccole dei bronchi polmonari e che rappresentano la sede ove avvengono gli scambi gassosi tra il sangue e l’aria che respiriamo.

Nell’enfisema, la distruzione progressiva degli alveoli, comporta una riduzione della superficie polmonare adibita agli scambi gassosi. Ne risulta che il sangue si impoverisce di ossigeno, mentre aumenta il livello di anidride carbonica trasportata nel sangue.

enfisema pomlonareCause

Le principali cause sono:

  • il fumo;
  • l’esposizione prolungata a fumo passivo;
  • l’inquinamento atmosferico o indoor (es. fumi da stufette, caminetti, vapori, ecc);
  • l’esposizione a fumi, polveri o vapori irritanti sul posto di lavoro;
  • il deficit di alfa 1 anti-tripsina (è la carenza ereditaria di una proteina che protegge le fibre elastiche del polmone dalla distruzione).

Fattori di rischio

Fattori che aumentano il rischio di sviluppare l’enfisema sono:

  • Fumare;
  • Età;
  • L’esposizione al fumo passivo;
  • Esposizione professionale a fumi o polveri;
  • L’esposizione all’inquinamento indoor e outdoor.

Sintomi

  • Acidosi respiratoria;
  • Anoressia;
  • Astenia;
  • Catarro;
  • Dispnea;
  • Dolore al petto;
  • Dolore allo sterno;
  • Edema della papilla;
  • Fiato corto;
  • Fibrillazione atriale;
  • Ipercapnia;
  • Ipertrofia dei muscoli accessori della respirazione;
  • Perdita di peso;
  • Policitemia;
  • Presincope;
  • Respiro sibilante;
  • Sangue nella saliva;
  • Torace a botte;
  • Tosse.

Le complicanze dell’enfisema sono:

  • pneumotorace: la rottura di una bolla di enfisema (soprattutto in caso di formazione delle cosiddette ‘bolle giganti’) può provocare un collasso del polmone; è un’emergenza medica;
  • cuore polmonare cronico: le malattie respiratorie croniche come l’enfisema possono avere ripercussioni negative sul cuore, a causa dell’aumento di pressione all’interno del circolo polmonare;
  • insufficienza respiratoria.

enfisema polmonareDiagnosi

Per la valutazione dell’enfisema ci si avvale dei seguenti esami diagnostici:

  • Radiografia del torace: può confermare la diagnosi di enfisema nei casi ormai avanzati e aiuta ad escludere altre patologie che causano dispnea;
  • TAC torace: consente una diagnosi più approfondita dell’architettura del polmone e dei danni provocati dall’enfisema, anche in fasi più precoci;
  • Emogasanalisi: è un prelievo di sangue arterioso, normalmente ottenuto da un’arteria del polso, che consente di misurare il contenuto di ossigeno e anidride carbonica nel sangue;
  • Prove di funzionalità respiratoria (spirometria) che consentono di valutare il volume di aria (inspirazione ed espirazione) mobilizzato attraverso le vie aeree e il tempo impiegato per farlo;
  • Test del cammino (6 minuti): serve a valutare il grado di invalidità causato dalla BPCO e a monitorare l’efficacia di un programma di riabilitazione respiratoria.

Terapia farmaciologica

  • Farmaci per smettere di fumare. Prescrizione di farmaci, come ad esempio bupropione cloridrato (Zyban) e vareniclina (Chantix), possono aiutare a smettere di fumare;
  • Broncodilatatori. Questi farmaci possono contribuire ad alleviare la tosse, respiro corto e difficoltà respiratorie da costrizione delle vie aeree, sono altrettanto efficaci nel trattamento di enfisema come lo sono nel trattamento di asma o di bronchite cronica;
  • Steroidi per via inalatoria;
  • Antibiotici, se si sviluppa un’infezione batterica, come la bronchite o polmonite acuta, gli antibiotici sono appropriati.

Terapia chirurgica

A seconda della gravità dell’ enfisema, il medico può suggerire uno o più tipi diversi di intervento chirurgico, tra cui:

  • Riduzione del volume polmonare. In questa procedura, i chirurghi rimuovono piccoli cunei di tessuto polmonare danneggiato. La rimozione del tessuto malato aiuta il tessuto polmonare a lavorare in modo più efficiente aiutando così a migliorare la respirazione;
  • Trapianto di polmone.

Altre terapie

  • Riabilitazione polmonare. Un programma di riabilitazione polmonare  può insegnare esercizi di respirazione che possono aiutare a ridurre l’affanno e a migliorare la  capacità di esercizio.
  • Ossigeno supplementare. Se si dispone di enfisema grave, con bassi livelli di ossigeno nel sangue, l’ossigeno usato regolarmente a casa può dare qualche sollievo. Molte persone usano l’ossigeno 24 ore al giorno. Di solito è somministrato mediante sonda stretta che si inserisce nelle narici.

Prevenzione

Ecco cosa fare se si è affetti da enfisema:

  • smettere immediatamente di fumare;
  • evitare di venire a contatto con sostanze irritanti per le vie respiratorie, in casa (incensi, fumi e vapori di cottura, spray per l’igiene della casa, detergenti, vernici, ecc) e all’esterno (inquinanti, gas di scarico, ecc.);
  • fare attività fisica regolare (che migliora la capacità polmonare);
  • seguire una dieta sana;
  • proteggersi dalle infezioni, attraverso le vaccinazioni (antipneumococcica e antinfluenzale), lavando le mani di frequente (o usando un gel disinfettante) ed eventualmente indossando una mascherina quando ci si trova in luoghi chiusi e affollati (ad esempio sui mezzi pubblici);
  • evitare di esporsi al freddo (o se necessario, proteggere la bocca e il naso con una sciarpa).