Punture addio, inventata la pillola che potrebbe sostituire le iniezioni sotto pelle


E’ rivestita di aghi lunghi cinque millimetri

Una nuova capsula da ingerire potrebbe iniettare i farmaci direttamente nel corpo grazie a minuscoli aghi. A mettere a punto la pillola sono stati i ricercatori del Mit e del Massachussets General Hospital. I risultati della ricerca, condotta su animali, sono stati pubblicati sul Journal of Pharmaceutical Sciences.

 

Foto 1

Foto Sito ufficiale

Test su insulina – La capsula rilascia insulina on maniera molto più efficiente che con un’iniezione sotto pelle. Inoltre, gli esperti non hanno rilevato effetti collaterali dannosi durante il passaggio attraverso il sistema digerente.

Sebbene i primi test siano stati effettuati con l’insulina, i ricercatori hanno anticipato che potrà essere usata per somministrare anticorpi, usati per curare il cancro e altri disturbi autoimmuni come l’artrite e il morbo di Crohn.

Metodo sicuro e indolore – Può essere usata anche per altri farmaci biologici come vaccini, per esempio. Il prototipo del Mit è una capsula lunga due centimetri e di un centimetro di diametro, ci sono aghi di acciaio inossidabile lunghi circa 5 millimetri e un serbatoio per il medicinale. Secondo gli esperti, l’ingestione dei piccoli aghi è sicura, oltreché indolore.

Fonti