maitakè

Il “fungo danzante” noto come “Maitakè”


La parola Maitakè significa “fungo danzante”, e fa riferimento a un particolare tipo di funghi con i bordi irregoalri che i giapponesi apprezzano particolarmente per l’azione medicinale.

Proprietà

La vitamina D contenuta nel fungo è una delle proprietà più importanti, aiutando a prevenire l’osteoporosi e il rachitismo. Inoltre, il fungo è utilizzato come epatoprotettore, sin dall’antichità.  I pazienti colpito da diabete di tipo II, mangiano il Maitakè poiché in grado di abbassare la glicemia e la pressione del sangue.

Benefici

Secondo recenti studi, i Maitakè sono in grado di antagonizzare l’incremento della lipemia in risposta agli eccessi dietetici e contrastare l’accumulo di lipidi a livello epatico. Anche i livelli di trigliceridi nel sangue sono favorevolmente influenzati dall’assunzione del fungo. Pare, inoltre, che il fungo possa contrastare l’aumento di peso e l’accumulo di grasso corporeo.

Controindicazioni

 La sua assunzione non deve avvenire contemporaneamente all’uso di farmaci antipertensivi e ipoglicemizzanti, in quanto il fungo esercita la medesima funzione e si potrebbero verificare casi di ipotensione o ipoglicemia.