amanita muscaria

Funghi: consumiamoli con sicurezza!


I funghi sono una categoria di organismi vegetali, importante nella catena alimentare e ne esistono circa un milione e mezzo di specie.

Non tutti sono commestibili; ci sono diverse specie talmente velenose che solo l’ingestione di un piccolo pezzo di esse, può portare addirittura alla morte. È bene dunque saperli riconoscere perfettamente, o in alternativa farli controllare da un occhio esperto prima di cucinarli.

tabella funghiBisogna ricordare che la raccolta e la commercializzazione è disciplinata da leggi nazionali, regionali o da regolamenti locali che indicano le specie, le dimensioni, e il quantitativo massimo di funghi che si possono raccogliere, oltre al calendario dei giorni in cui questa attività è consentita. Tali norme vietano inoltre la raccolta dei funghi nelle aree protette, quali riserve naturali e parchi nazionali, e la raccolta nelle ore notturne, sia per salvaguardia dei funghi stessi, sia per motivi di sicurezza. (Vedi in dettaglio http://www.fungocenter.it/normativa/).

Alcune Regioni hanno previsto nella propria normativa l’obbligo del possesso di un tesserino autorizzativo rilasciato dal competente Ufficio Provinciale, previa istanza, alla quale andrà allegato anche l’attestato di partecipazione ad uno specifico corso micologico.

Ogni violazione delle norme comporta la confisca dei funghi raccolti (fatta salva la facoltà di dimostrarne la legittima provenienza) e l’applicazione, da parte delle competenti Autorità, di sanzioni di tipo amministrativo che variano a seconda dell’illecito commesso.

Quando raccoglierli?

In linea di massima crescono da inizio luglio a fine ottobre. Il periodo migliore del giorno è il primo mattino quando il bosco è ancora umido di rugiada.

A seconda del tipo di fungo, della latitudine e del clima, la loro raccolta varia come di seguito riportato:

  • Marzo-Aprile: Spugnole, Prugnoli, Gambesecche
  • Maggio-Giugno: Galletti, Amanite, Porcini
  • Estate: Russule, Ovolo buono
  • Autunno: tutte le specie, comprese quelle velenose e mortali

Una passeggiata in cerca di funghi è un’attività piacevole e rilassante, ma occorre mantenere sempre alta l’attenzione. Se non si è esperti, il rischio di confondere i funghi commestibili con quelli velenosi è estremamente alto. Questo perché i funghi buoni hanno un numero elevato di “sosia” velenosi. Alcuni addirittura mortali.

…Non fidarti della tua esperienza, fai controllare da un micologo della Asl i funghi raccolti…