vitamina B6

Vitamina B6: tutti i benefici   Aggiornato recentemente!


La B6 è una vitamina idrosolubile, che deve essere regolarmente assunta attraverso l’alimentazione al fine di garantire processi fisiologici importanti per il nostro organismo e il buon funzionamento del nostro sistema nervoso centrale.

B6

Caratteristiche chimico-fisiche

Appartiene all’ampio gruppo di vitamine del gruppo B, comprendente otto sostanze quali vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B8, B9 e B12, che lavorando in simbiosi, risultano utili alla conversione degli alimenti che assumiamo in energia.La vitamina B6 è termosensibile, si degrada ad alte temperature e si presenta in tre forme attive: la piridossina, la piridossamina e la piridossale.

Funzione e attività vitamina B6

La Vitamina B6 è una sostanza estremamente importante per la salute e l’integrità dell’intero organismo. Oltre ad essere un importante costituente dal punto di vista funzionale, ha anche altri ruoli quali

  • Coadiuva al processo di crescita cellulare;
  • E’ coinvolta nella sintesi di serotonina e norepinefrina, neurotrasmettitori che migliorano il tono dell’umore;
  • Contribuisce alla leucocitosi ed eritrocitosi;
  • Regola diverse funzioni biologichefondamentali, come il metabolismo di grassi e proteine;
  • Previene disturbi importanti come depressione, irritabilità, difficoltà di concentrazione, insonnia;
  • È utile in alcune forme di anemia come la sideroblastica;
  • Ha effetti positivi sulla sindrome premestruale;
  • Stimola le funzioni cerebrali;
  • Previene l’invecchiamento;
  • Riduce il rischio di tumore al polmone e alla prostata;
  • Regola i livelli di omeocisteina nel sangue;
  • Reca beneficio ad unghia e capelli rendendoli più forti;

Fonti alimentari di vitamina B6

Diversi sono gli alimenti in cui è possibile trovare riserve naturali di vitamina B6, tra i quali3:

  • Alimenti a base di farine integrali, germe di grano e riso.
  • Frutti tropicali come avocado, banane, nocciole.
  • Lievito di birra.
  • Patate, carote e lenticchie.
  • Pesce: gamberetti, tonno e salmone.

vitamina B6

La quantità di vitamina B6 è significativamente ridotta (dal 3 al 77%):

  • In alimenti congelati;
  • In alimenti conservati in scatola.
  • In alimenti cotti in grandi volumi di acqua;

Fabbisogno giornaliero di vitamina B6 e dosi consigliate

Diversi sono i fattori che influenzano il fabbisogno quotidiano di vitamina B6. Tra i principali troviamo la quantità di proteine assunte con la dieta, l’età, il sesso e lo stato dell’individuo.

Il fabbisogno giornaliero stimato in base al sesso dell’individuo è

  • Donne (dai 15 anni): 1,6-1,7 mg/die
  • Uomini (dai 15 anni): 1,6-1,7 mg/die
  • Bambini (1-14 anni): 0,6-1,4 mg/die
  • Donne gravide: 1,8 mg/die (i livelli di assunzione raccomandati aumentano di circa il 20%)
  • Neonati: 1,7 mg/die.

Associazione vitamina B6 con altri minerali e vitamine

Di solito si pensa che sia obbligatorio assumere le vitamine del gruppo B insieme, sotto forma di integratore minerale e multivitaminico, pensiero sbagliato, vista l’azione mirata di ogni singola vitamina nei confronti dei vari organi, tessuti e patologie.

La vitamina B6 ad esempio, è necessaria per l’adeguato assorbimento della B12, utile per la prevenzione dell’anemia perniciosa o per l’assorbimento dello zinco e del selenio nel corpo.

Sovradosaggio

Livelli di assunzione molto elevati, (nell’ordine dei 50 mg al giorno), possono provocare gravi disturbi e danni al sistema nervoso periferico, cardiovascolare e gastrointestinale (colite ulcerosa, dolori addominali).

Un effetto collaterale da non sottovalutare è la dipendenza da questa sostanza, che si manifesta con sudorazione e tremori.

Effetti sgradevoli potrebbero insorgere anche dal punto di vista dermatologico, come comparsa di acne o eruzioni cutanee localizzate.

Carenza e tossicità

Nell’uomo non è stata descritta una malattia da carenza di vitamina B6 poiché si tratta di un fenomeno piuttosto raro studiato attraverso sperimentazione su volontari o sui ratti che si manifesta con sintomi come apatia, debolezza diffusa fisica e mentale, sonnolenza, perdita di capelli, insonnia, spasmi muscolari, ritenzione idrica, disturbi del sistema nervoso centrale.

Esistono tuttavia alcuni fattori predisponenti alla sua carenza nell’organismo come:

  • Alcolismo e tabagismo;
  • Ipertiroidismo e diabete;
  • Consumo eccessivo di caffeina;
  • Uso di contraccettivi ormonali;
  • Scarso assorbimento a livello intestinale;

Reazione allergica alla vitamina B6

Una stretta al petto, problemi di respirazione, orticaria ed eruzioni cutanee sono indice di una reazione allergica.[10] Gli integratori di vitamina B6 sono molto utili in caso di carenze ma occorre prendeteli solo in caso di bisogno, altrimenti potrebbero risultare pericolosi per il nostro organismo. Un eccesso vitaminico infatti non presenta vantaggi, anzi esattamente il contrario.