CT coronarografia


La CT coronarografia è un metodo diagnostico di nuova generazione in grado di monitorare attendibilmente la arterie coronarie molto più che in passato. Si esegue somministrando al paziente tintura di iodio in sostituzione del classico cateterismo cardiaco, risultando pertanto non invasivo.

ARIMA

Che cosa è una CT coronarografia?

La CT coronarografia è un metodo diagnostico di nuova generazione in grado di monitorare attendibilmente la arterie coronarie.

Qual è l’aspetto innovativo della CT coronarografia?

La CT coronarografia permette di indagare la funzionalità del cuore grazie a un sistema di acquisizione di immagini molto più rapido di quello precedente. La maggiorparte dei primi scanner, infatti, registrava al massimo 8 immagini al minuto, ovvero a un ritmo molto più basso del battito cardiaco. La CT coronarografia, invece, è in grado di registrare fino 64 scatti al minuto e con l’impiego di un farmaco che rallenta la frequenza cardiaca è possibile sovrapporre la velocità dello scanner con quello del battito.

Che cos’è un esame CT

L’esame CT (computed tomography) o PET (positron emission tomography) è un metodo diagnostico per immagini. In passato era utile esclusivamente al monitoraggio di regioni anatomiche statiche (cervello, cavità addominale, estremità..) mentre risultava poco efficace per l’indagine delle arterie coronariche. A una velocità di 8 scatti al minuto, infatti, si ricavavano solo immagini sfocate del muscolo cardiaco e pertanto inutilizzabili.

Come si esegue una CT coronarografia e quali sono i rischi di questa procedura?

La CT coronarografia prevede la somministrazione di iodio via endovenosa in sostituzione al cateterismo cardiaco (proprio della coronarografia classica) risultando quindi non invasiva.In generale si tratta di un esame abbastanza sicuro per la maggiorparte delle persone; tuttavia nei soggetti allergici allo iodio, il pretrattamento con farmaci è necessario mentre una certa attenzione è prestare di fronte a persone con alterata funzionalità renale e/o diabete in quanto la tintura può peggiorare la funzione renale.