medici

La barzelletta che fa scalpore!


Un film, una soap opera, un libro? Certo che no, è la realtà! Ed è così che in questi giorni 11.000 studenti sono stati protagonisti di quello che, a mio modesto avviso, è uno degli scempi più “obrobriosi” degli ultimi anni in materia di istruzione: l’ammissione ai corsi di specialità medica.

Ve la faccio breve:

Le specialità di medicina vengono suddivise in due categorie: “Area medica”, (con test il 20ottobre 2014) e “Area di servizi clinici”, (con test il 31ottobre 2014). Ogni test è organizzato in 30 quesiti multipli. Fin qui tutto bene.

Qual è stato il problema?

In pratica i test sono stati invertiti!

20.52 del 1 Novembre: Cineca ammette che c’è stato un errore; i test vengono immediatamente annullati e viene chiesta una seconda data per lo svolgimento del test;

2 Novembre: la data ufficiale dei nuovi test d’ingresso è il 7 novembre 2014; il web si scatena, e compare la pagina facebook “Medici-12.000borse- dimissione Giannini”, che già in poco tempo conta oltre 8.000 seguaci;

4 Novembre 2014: “I test sono salvi, il Miur provvederà a reclutare i futuri specializzandi considerando valide ai fini della selezione 28domande su 30.” annuncia il ministro Giannini. Nel frattempo, partono i ricorsi, e gli studenti iniziano ad intraprendere vie legali.

5 Novembre: il popolo dei futuri aspiranti specializzandi si ritrova nel piazzale di viale Trastevere a Roma per manifestare il proprio disappunto sull’enorme errore commesso, e incitano il MIUR a reclutare tutti i candidati.

Chi vincerà la battaglia?

Sarà uno dei tanti metodi utilizzati per reclutare anche i non meritevoli come nel test d’ammissione a Medicina e Chirurgia? Un errore voluto? Oppure la fortuna di avvocati che con mance profumate ti garantiscono l’accesso?

Non sta a me dare risposta a queste domande… Lascio a voi libertà di pensiero…

#iostoconilmerito #erroriepocali #istruzionechecrolla #serietànocomment

Buona giornata

Silvia De Donno