Con uso cannabis fertilità maschile a rischio


Studio Uk, quantità e qualità liquido seminale peggiorano

images

– ROMA – Gli uomini che fanno uso di cannabis potrebbero mettere a rischio la propria fertilità, influenzando negativamente la quantità e la composizione dello sperma. A rivelarlo uno studio condotto dall’Università di Sheffield e da quella di Manchester, nel Regno Unito e i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Human Reproduction. Gli studiosi hanno esaminato 2249 uomini reclutati in centri per la fertilità inglesi: e’ stato cosi’ rilevato che tra i fattori che a livello di stili di vita influenzavano maggiormente qualità e quantità del liquido seminale maschile c’era l’utilizzo di cannabis. Il dato riguardava in particolare coloro che avevano meno di trent’anni. Lo studio ha inoltre permesso di verificare che la qualità e quantità dello sperma peggiora nei mesi estivi (luglio e agosto), mentre risulta migliore in coloro che si astengono dal sesso per più di sei giorni. Sembrano avere poca influenza, invece, fumo e alcol.

Fonti