Lezioni di Anatomia Umana

Le membrane del corpo


Le membrane del corpo sono lamine di tessuto molto flessibili che rivestono:

  • La superficie esterna del corpo,
  • Le superfici interne di organi che comunicano con l esterno (tubo digerente, respiratorio, vie urinarie)
  • Cavità che non comunicano con l’esterno e avvolgono organi.

Tipologie di membrane: epiteliali e connettiviali

EPITELIALI formate da uno strato superficiale di tessuto epiteliale e sotto uno strato di tessuto connettivo lasso detto LAMINA PROPRIA, (che ha funzione trofica e di sostegno).

  1. MUCOSE  rivestono le superfici interne di organi cavi che comunicano con l’esterno. Deputate a secrezione, protezione, assorbimento. Pertanto presentano una superficie apicale sempre lubrificata. Hanno una lamina propria chiamata cosi perché produce mucosa mantenendola sempre umida. La funzione principale del muco è offrire protezione. L’epitelio può essere: pavimentoso , cilindrico, cubico.
  2. SIEROSE  rivestono le cavità interne del corpo che non comunicano con l esterno (cavità addominale e toracica). Le troviamo a livello delle articolazioni dove le ossa si connettono tra loro. Alcune permettono il movimento altre no.
  3. CUTANEA rivestono la superficie del corpo.

CONNETTIVALI  sono prive di cellule epiteliali e sono formate da solo tessuto connettivo , le cui cellule producono un liquido sinoviale. (le troviamo nelle articolazioni mobili perché riducono l’attrito).

Membrane Epiteliali Sierose

Costituite da epitelio pavimentoso semplice (MESOTELIO) e da connettivo lasso sottomesoteliale (SOTTOSIEROSA) riccamente vascolarizzato e  innervato..

Sono formate da due foglietti :

  • Parietale riveste la cavità che accoglie l organo e aderisce alla cavità che accoglie l organo.
  • Viscerale  aderisce all’organo.

I due foglietti sono continui. Tra i due foglietti vi è uno SPAZIO VIRTUALE in cui vi è liquido sieroso (pieno di elettroliti, ioni e proteine) che riduce l’attrito tra i due foglietti e permette lo scivolamento degli organi nei loro movimenti naturali.

Le membrane sierose della cavità toracica sono:

  • PLEURE rivestono i polmoni. I polmoni lungo la porzione mediana presentano l’ILO , una porta in cui vi entrano bronchi e vasi sanguigni.Le membrane del corpo: pleura

Abbiamo un totale di tre cavità toraciche: due logge polmonari e un cardiaca. La cavità cardiaca la ritroviamo nel mediastino, che è lo spazio tra due polmoni.

Il foglietto parietale riveste la loggia pleuro-polmonare. Giunto all’ILO il foglietto si introflette nell’interno e riveste la suoerficie del polmone (foglietto viscerale che aderisce al parenchima dell’organo). Il liquido sieroso presente in questa cavità pleurica è detto LIQUIDO PLEURICO . In questo liquido c’è un elevata tensione superficiale che fa si che il polmone aderisca alla loggia. Questa cavità è molto importante per il meccanismo di respirazione in quanto qui si instaura una pressione negativa, inferiore a quella atmosferica, che permette l’espansione dei polmoni per inspirazione, permettendo lo scivolamento del polmone lungo la loggia pleuropolmonare.

  • PERICARDIO

Le membrane del corpo: pericardio

E’ la sierosa che riveste il cuore e la cavità pericardica. Il foglietto parietale riveste dentro la cavità pericardica, quella viscerale aderisce al tessuto cardiaco.

Tra i due foglietti abbiamo la cavita PERICARDIACA all’interno del quale c’è il LIQUIDO PERICARDIACO.

L infiammazione della pleura è la PLEURITE puo’ essere dovuta a microrganismi (stafilococchi,sostante tossiche come amianto). La PERICARDITE è l infiammazione del pericardio. Puo’ essere acuta o cronica.

  • PERITONEOLe membrane del corpo: peritoneo

riveste la cavità addominale e gran parte degli organi contenuti in esse. E’ la membrana sierosa che tappezza la superficie interna del diaframma. E’ la membrana piu’ grande e complessa e ha funzione trofica perché è vascolarizzata e permette lo scivolamento degli organi.

Ha due foglietti di epitelio pavimentoso semplice (mesotelio)con molte cellule immunitarie, macrofagi, mastociti. Tra i foglietti vascolarizzati c’è la CAVITA’ PERITONEALE contenente il LIQUIDO PERITONEALE. Il peritoneo possiede capacità filtranti in modo tale che i fluidi lo attraversino: le iniezioni vengono fatte a questo livello.Questa membrana permette di fissare gli organi alla parete addominale e rende possibile lo scivolamento di essi.

Tutti gli organi presenti nella cavità peritoneale sono organi INTERPERITONEALI (fegato,stomaco , intestino).Nella parte posteriore ci sono organi che non si trovano all interno , ma tra la parete posteriore dell addome e il foglietto parietale , son detti RETROPARIETALI (reni, pancreas).Altri sono SOTTOPARIETALI , come quelli a livello della cavità pelvica)

Il peritoneo è la membrana piu’ estesa e rivestendo molti organi, forma molte pieghe (FORMAZIONI BILAMINARI) cioè PIEGHE PERITONEALI. Esse sono:

1 – OMENTI che permettono di unire tra loro gli organi

2 – LEGAMENTI O MESI che fissano l organo alla parete addominale posteriore e sono poco vascolarizzati e innervati.

Le due pieghe si uniscono diventando una doppia piega ( due foglietti viscerali ) che si collega con il fegato. Tra i due foglietti troviamo: vasi sanguigni, linfatici e nervi.

Membrana sinoviale

membrana sinoviale

E’ una membrana connettivale. La troviamo a livello delle articolazioni dove le ossa si connettono tra loro alcune permettono il movimento altre no. Quelle che permettono i movimenti sono racchiuse in una capsula articolare che è un manicotto fibroso che aderisce ai due capi ossei mantenendoli uniti.


Informazioni su Erica De Donno

Studentessa di Farmacia presso l'Università "Aldo Moro" di Bari. Solare, estroversa, dinamica e determinata. Appassionata di letture scientifiche e mediche, da sempre coltiva l'interesse per la scrittura sperando in un futuro di poter coniugare la sua professione con essa. La sua "mission" è la salvaguardia del paziente attraverso lo studio per lo sviluppo e l'accrescimento di nuove tecnologie ospedaliere.