virus

Il virus Coxsackie


virus Coxsackie è un membro della famiglia delle Picornaviridae e appartiene al genere degli Enterovirus. Questi ultimi possiedono nella propria conformazione genetica un singolo filamento di acido ribonucleico (RNA). L’enterovirus è anche denominato picornavirus.

virus coxsackie

Tipologie e conseguenze:

Sono divisibili in due gruppi, A e B, in base agli effetti che essi provocano.

  1. Tipo A provoca lesioni muscolari, paralisi, morte, herpangina (vesciche dolorose in bocca, gola, mani, piedi) e congiuntivite (infiammazione delle palpebre e la zona bianca degli occhi).
  2. Tipo B provoca danni agli organi, ma gli esiti sono meno gravi.

Entrambi i tipi di virus (A e B) possono causare:

Sintomi

  • febbre
  • mal di gola
  • malessere (sensazione di stanchezza)
  • poco appetito

Questo periodo di incubazione dura circa uno o due giorni. Dopo circa un giorno o due dalla comparsa della febbre, si sviluppano nella bocca piccole vescicole che provocano dolore e sono spesso ulcerate.

Molte persone infette sviluppano prurito:

  • sui palmi delle mani
  • sulle piante dei piedi
  • su glutei e genitali

Questi sintomi di solito durano circa da 7 a 10 giorni e successivamente il malato si rimette completamente. Gli individui sono più contagiosi nella settimana successiva alla manifestazione dei sintomi, ma poiché il Coxsackie virus può essere trasmesso dal soggetto infetto a volte per settimane dopo che i sintomi sono andati via, la persona infetta può essere moderatamente contagiosa per diverse settimane. In alcuni casi l’infezione può interessare le unghie o provocare una perdita dell’unghia del piede (definito onicomadesi).

Raramente, la malattia può progredire fino a causare:

  • meningite virale: mal di testa, rigidità del collo
  • miocardite: infezione del muscolo cardiaco
  • pericardite: infiammazione raccolta del tessuto che circonda il cuore
  • encefalite: rigonfiamento del cervello

Come si viene colpiti e quali sono i fattori di rischio?

L’infezione di solito si trasmette attraverso la contaminazione fecale-orale, anche se a volte il virus si diffonde attraverso le goccioline espulse da persone infette. Oggetti come utensili, pannolini, fasciatoi e giocattoli che vengono a contatto con fluidi corporei che contengono il virus possono anche loro trasmetterlo ad altri individui. Anche se persone di qualsiasi età possono infettarsi, la maggior parte dei pazienti identificati con infezione da Coxsackie virus è costituita da bambini. Le donne incinte possono trasmettere il Coxsackie virus ai loro neonati, ciò può causare seri problemi al neonato, per questo esse devono informare il proprio ginecologo se presentano sintomi di infezione, soprattutto se sono vicine alla data del parto.

Il virus si trova:

  • nelle feci
  • nella saliva
  • nei liquidi delle vesciche
  • nelle secrezioni nasali

Anche i pazienti che sono guariti e che non hanno più sintomi possono ancora trasmettere il virus per settimane.

Diagnosi

Clinicamente, vesciche dolorose che sono di solito sulle mani, piedi e bocca in un bambino con la febbre sono considerate elementi importanti per diagnosticare un’infezione da Coxsackie virus. Tuttavia esistono test virali che permettono di identificare il virus, ma sono costosi, devono essere inviati ad un laboratorio specializzato di diagnostica virale e spesso impiegano circa due settimane per rilasciare un risultato. Questi test vengono pertanto effettuati raramente, inoltre la maggior parte delle infezioni è auto-limitante e di solito lieve.

Esiste una cura?

Non esiste un trattamento specifico per questo genere di auto-limitata malattia (i sintomi si risolvono senza specifico trattamento antivirale da 2 a 10 giorni). Tuttavia, è attualmente raccomandato il trattamento sintomatico che riduce la febbre ed il disagio.

Inoltre:

  • collutori e spray possono ridurre il disagio per via orale
  • fluidi sono suggeriti per prevenire la disidratazione, anche se, i succhi acidi possono irritare le ulcere della bocca
  • il latte freddo può lenire il disagio orale

Alcuni medici consigliano la difenidramina per uso topico (Benadryl) contenente gel o liquidi per il trattamento del disagio della mano e del piede. Le complicazioni relativamente rare di infezioni da Coxsackie virus (per esempio infezioni che colpiscono il cuore o il cervello) richiedono particolari trattamenti personalizzati di solito prescritti da un consulente di malattie infettive.