tavola periodica degli elementi

Il Magnesio


Il magnesio è coinvolto in più di trecento processi enzimatici e ha un ruolo centrale nell’utilizzo dell’energia da parte dell’organismo. Tale minerale è anche indispensabile per il metabolismo osseo e per il buon funzionamento dell’insulina.

magnesio

Cos’è?

Il magnesio è il quarto minerale più abbondante nel corpo umano ed è indispensabile per la buona salute dell’individuo.

A cosa serve?

Il magnesio è necessario per più di 300 reazioni biochimiche che avvengono nel nostro organismo:

  • contribuisce a mantenere la normale funzionalità muscolare e nervosa
  • regola il battito cardiaco
  • mantiene sano il sistema immunitario
  • rafforza il tessuto osseo

Questo minerale, inoltre:

  • contribuisce alla regolazione dei livelli di glucosio nel sangue
  • normalizza la pressione sanguigna
  • è coinvolto nel metabolismo dell’energia e nella sintesi delle proteine

In quali alimenti è presente?

Il fabbisogno minimo richiesto è di 300 milligrammi (mg) di magnesio al giorno. I cibi che rappresentano una buona fonte di magnesio sono le verdure a foglia verde perché il centro della molecola della clorofilla contiene questo minerale. Anche alcuni legumi come fagioli e piselli, alcuni tipi di frutta a guscio, i semi e i cereali integrali ne contengono quantità importanti: i cereali non integrali, invece, hanno un contenuto piuttosto scarso, perché quando la farina bianca viene raffinata e trattata la crusca e il germe, che sono le parti ricche di magnesio, vengono rimosse.

Sintomi:

Tra i principali sintomi da carenza di magnesio vi sono:

  • perdita di appetito
  • nausea
  • vomito
  • affaticamento e debolezza

Con l’acuirsi della carenza possono manifestarsi:

  • sensazione di intorpidimento e pizzicore
  • crampi e contrazioni muscolari
  • convulsioni
  • modifiche della personalità
  • anomalie del battito cardiaco e spasmi coronarici

Per quali soggetti sono necessari gli integratori di magnesio?

Gli integratori di magnesio possono essere indicati quando un determinato problema o disturbo provoca l’eliminazione eccessiva del minerale o ne limita l’assorbimento. Ad esempio alcuni farmaci quali diuretici, antibiotici e chemioterapici possono provocare una carenza di magnesio. Inoltre vanno tenute sotto controllo le persone affette da diabete e che fanno abuso di alcol. Anche le persone che soffrono di problemi cronici di malassorbimento, come il Morbo di Crohn, la celiachia o l’enterite regionale, oppure si sono sottoposte a interventi chirurgici all’intestino, possono perdere grandi quantità di magnesio a causa della diarrea o del cattivo assorbimento dei grassi.